La Metrica GIF

Quindi, la Metrica GIF è il terzo componente del GIF Framework.

“Rischio” significa “effetto di incertezza sugli obiettivi”. Un rischio è “una combinazione delle conseguenze di un evento e la probabilità che questo accada” (ISO 31000).

Rischio = Probabilità x Conseguenza

A differenza di tradizionali metriche binarie “conforme- compliance-non confome” , la Metrica GIF adotta un approccio quantitativo tipico del risk assessment. In other words, the GIF Metric does not follow traditional single choice (Yes/No/NA). Infatti la metrica GIF adotta una metodologia orientata al punteggio che si propone di rappresentare il livello di esposizione ai rischiin ogni Area.

Metrica GIF e Matrice dei rischi

Punteggio per “Area”

Allo scopo della valutazione totale, la metrica richiede innanzitutto il calcolo del “Punteggio per Area”. Fondamentalmente, il punteggio considera gli Assessment Points del Framework. In dettaglio, la scala di punteggio è un multiplo di 5 compreso tra 0 e 100.

Quindi la Metrica GIF segue la logica:

  1. Aree Governance e Sistema di Gestione:“più alto è il punteggio, tanto meglio i sistemi di Governance e di Gestione prevengono i rischi ESG e quindi più basso è il rischio”
  2. Aree Risk-oriented: “Più alto è il punteggio, più basso è il livello di esposizione al rischio”.
Grado Criterio “Governance & Sistema di Gestione” Criteri Sociale/Sicurezza/ Ambientale/Etica degli affari

80-100

Molto buono

  • Completa evidenza di pianificazione basata sui bisogni degli Stakeholders con un chiaro razionale che copre tutti gli aspetti della responsabilità sociale ed eccede i requisiti di legge applicabili.
  • Implementazione gestita mediante processi strutturati e integrati.
  • Completa evidenza di riesami periodici e di processi di miglioramento.
  • Apprendimento e innovazione guidano la definizione delle azioni di miglioramento.

Molto basso

  • Aree “Core”: esposizione molto bassa
  • “Aree Non-Core”: esposizione molto bassa

60-75

Buono

  • Chiara evidenza di pianificazione basata sui bisogni degli Stakeholder con un razionale che copre tutti gli aspetti della responsabilità sociale ed eccede i requisiti normativi cogenti applicabili.
  • Implementazione gestita attraverso processi definiti.
  • Evidenze di riesame periodico e di processi di miglioramento.
  • Alcune attività di apprendimento e innovazione supportano la definizione delle azioni di miglioramento.

Basso

  • “Aree Core” : bassa esposizione
  • “Aree Non-Core”: qualche esposizione

40-55

Accettabile

  • Evidenza di pianificazione basata sui bisogni degli Stakehoder con un razionale che copre tutti gli aspetti di social responsibility ed eccede i requisiti di legge applicabili.
  • Implementazione definata attraverso processi definiti.
  • Alcune attività di apprendimento e innovazione supportano la definizione di azioni di miglioramento.

Accettabile

  • “Aree Core”: esposizione accettabile
  • “Aree Non-Core”: moderata esposizione

20-35

Povero

  • Alcun evidenze di pianificazione basata sui bisogni degli Stakeholders che copre parzalmente gli aspetti di responsabilità sociale in conformità con i requisiti di legge applicabili.
  • Alcune evidenze di implementazione gestita attraverso processi
  • Sporadiche evidenze di riesame e di processi di miglioramento.
  • Sporadiche evidenze di attività di apprendimento e innovazione a supporto del miglioramento.

Alto

  • “Aree Core”: elevata esposizione
  • “Aree Non-Core”: elevata esposizione

0-15

Molto povero

  • Poche evidenze di pianificazione basata sui bisogni degli Stakeholder che copre solo parzialmente gli aspetti della responsabilità sociale.
  • Scarse evidenze di conformità con i requisiti di legge applicabili.
  • Implementazione non gestita attraverso processi definiti.
  • Nessuna o sporadica evidenza di riesame e miglioramento.
  • Nessuna evidenza di attività di apprendimento e innovazione a supporto della definizione delle azioni di miglioramento.

Molto alto

  • “Aree Core”: esposizione estrema
  • “Area Non-Core”: esposizione estrema

“Punteggio di un Topic”

In secondo luogo la metrica prevede il calcolo del “Punteggio per Topic”. Per questo scopo il punteggio è la media dei punteggi assegnati alle Aree incluse nel Topic.

“Punteggio per Criterio”

Quindi, il punteggio per Criterion (Governance e sistema di gestione, Sociale, Sicurezza, Ambiente e Business Ethics) è la media dei punteggi assegnati a ciascun Topi del criterio.

“Punteggio Totale”

In conclusione, il Punteggio Totale si calcola con la media dei punteggi per Area e Topic e rappresenta il livello di esposizione totale dell’Organizzazione ai rischi ESG.

Il punteggio totale riflette sia il grado in cui l’Organizzazione implementa il sistema di Governance e di Gestione per la responsabilità sociale sia il livello di esposizione ai rischi ESG attuali o potenziali di eventi che possono determinare impatti avversi in futuro.

In breve, la gerachia dell’esposizione ai rischi ESG si sviluppa in 5 (Cinque) gradi (o livelli). Il punteggio più basso corrisponde al più alto livello di esposizione al rischio, mentre il punteggio più alto corrisponde al più basso livello di esposizione al rischio.

Rating Livello di rischio Descrizione

80-100

Molto basso

L’Organizzazione è esposta a rischi ESG molto bassi ed è in grado di gestirli e monitorarli senza esporre gli Stakeholder a costi inattesi o altri impatti avversi. Non sono necessarie specifiche azioni di riduzione del rischio ma azioni di miglioramento possono comunque recare benefici.
60-79

Basso

L’Organizzazione è esposta a un basso livello di rischi ESG ed è in grado di gestirli senza esporre gli Stakeholder a rilevanti costi inattesi e impatti avversi. Alcune azioni orientate alla riduzione dei rischi sono necessarie e ci sono alcune aree di miglioramento.
40-59

Accettabile

L’Organizzazione è esposta a un accettabile livello di rischi ESG nelle “aree core” che possono causare impatti avversi. Alcune azioni di riduzione dei rischi sono necessarie e ci sono aree di miglioramento.
20-39

Alto

L’Organizzazione è esposta a elevati rischi ESG relativi a una o più “Aree core” che possono determinare elevati costi o impatti avversi sugli Stakeholders. Robuste azioni orientate alla riduzione del rischio e al miglioramento devono essere pianificate e implementate per ridurre il livello di esposzione al rischio a un grado accettabile.
0-19

Molto Alto

L’Organizzazione è esposta a rischi molto alti sia nelle Aree in “core” sia in quelle “non-core”. Un profondo riesame del sistema di governance e di gestione è necessario. Sono necessarie robuste azioni di riduzione dei rischi e di miglioramento.

Soglie per superare la Due Diligence

Considerando tutto,una Organizzzione supera positivamente la Due Diligence se i seguenti criteri sono soddisfatti:

  • Punteggio minimo totale = 40
  • Punteggio minimo per “core area” = 40

Il Punteggio minimo è calibrato sull’allineamento ai requisiti delle Guide OCSE per la Due Diligence di organizzazioni responsabili.

La Metrica GIF assegna il punteggio più alto a Organizzazioni che presentano un livello di rischio molto basso in tutte le aree.

Pertanto lo score più alto rappresenta un pieno allineaento sia con le Guide OCSE per la Due Diligence sia con la norma ISO 26000.